29 Ott I nostri silenzi

Mi ascolto in silenzio

nel trambusto e nei tuoi occhi che cercano i miei  distrattamente solo per non dare soddisfazione

al tuo cuore che mi vuole e non sente ragioni.

L’inverno entrante mi riporta a quando  da piccola ero felice nel sentire il freddo che mi penetrava

e mi obbligava a coprirmi e sentirmi così al sicuro sotto tutti quegli strati di abiti.

“Sei troppo magra…mangi poco….ti servirà un ricostituente”

Amore, avevo solo bisogno di essere amata o qualcosa di simile a ciò che portavo dentro che mi

sfamava e mi dissetava ma che nello stesso tempo mi rendeva sempre inappropriata, fuori  posto.

La pioggia forte mi spaventa ma conta poco perchè io protetta non mi sento mai e da nessuna parte

ma se ti penso ho la certezza che ti lascerei guardarmi dormire e che nel mezzo di una tempesta la

mano non me la lasceresti mai.

Le emozioni represse creano disagi e distanze ed io manifestandole sempre ne ho pagato il prezzo

perchè più volte ho creato imbarazzo a chi non era in grado di comprendere il mio entusiasmo

lasciandogli poi il vuoto della mia assenza allontanandomi ferita senza ritorno.

Nel tuo silenzio ritrovo il mio e già intravedo la porta ed io che mi incammino verso essa.

Carmela Palatucci

 

 

 

 

Nessun commento

Posta un commento