03 Nov Stanotte ti ho sognato

Stanotte ti ho sognato,

ero sul molo di un lago a guardare il tramonto

e ti ho visto passare in canoa ed ho avuto la percezione

che non era un caso ma bensì che tu fossi lì per me.

Mi hai chiesto di salire sulla tua canoa ma mi sono ricordata che non sapevo nuotare e mi sono

ritratta mentre tu arrabbiato mi dicevi che non potevo restare da sola in quel posto perchè non

era sicuro.

Le tue forti braccia mi hanno sollevata e in un secondo mi sono ritrovata  sulla canoa con te a

dividerci un posto in due e abbiamo preso il largo mentre sentivo il tuo respiro sul mio collo

e la mia paura che non cessava.

I nostri corpi erano perfettamente incastrati ed io  avvertivo il tuo desiderio di possesso e

e di dominio mentre la paura scemava e mi abbandonavo sempre di più al ritmo del battito

del tuo cuore.

Pelle a pelle scivolavamo in quel silenzio dove erano i nostri corpi a parlare e il profumo di

un qualcosa di nuovo che si era impossessato  di una ragione ormai persa mentre io avevo

sempre meno paura.

Sono stati attimi eterni di un viaggio dentro di noi dove la tua rabbia ormai era un vago ricordo

ed io  che ad occhi chiusi mi lasciavo guidare dalla scia delle tue vibrazioni da condottiero che

stavi trainando me stessa verso un incognito infinito.

Mi sono svegliata di colpo conservando il tuo profumo in una  ennesima giornata di pioggia.

Carmela Palatucci

 

 

Nessun commento

Posta un commento